Una donna

by Carolina Bubbico

/
  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Includes unlimited streaming of Una donna via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 3 days

      €10 EUR

     

  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €8 EUR

     

1.
2.
3.
4.
5.
05:00
6.
7.
8.
03:19
9.
03:55

credits

released October 15, 2015

tags

license

all rights reserved

about

Carolina Bubbico Lecce, Italy

shows

contact / help

Contact Carolina Bubbico

Streaming and
Download help

Track Name: Cos'è che c'è
Ogni tanto il mio risveglio è un po’ stonato
le giornate in cui non riusciresti mai
tutto quanto ti sembra un po’ annuvolato
e la mente va da sé senza chiedersi cos’è

Rit.
cos’è che c’è, dillo dillo a me, cos’è che c’è
cos’è che c’è, dillo dillo a me
mi chiedo da dove viene e perché
cos’è che c’è, dillo dillo a me, cos’è che c’è
cos’è che c’è, dillo dillo a me
solo io troverò l’aria giusta per me

Sarà tutto diverso e già lo so
Sarà bello nelle difficoltà che troverò

Non chiedermi adesso
ma il mio umore dipende dal sole che c’è
da chi incontro per strada o se bevo un caffè
io sono viva
e me lo dimostrerò scoprendomi e chiedendomi

Rit.
Track Name: Le mani ti raccontano
LE MANI TI RACCONTANO
musica e testi Carolina Bubbico

Mani che colpiscono, mani che guariscono
mani intimidite dalle sensazioni
mani che nascondono emozioni
legate tra di loro da bisogni e convinzioni
mani di mille colori
che cercano soltanto di urlare i pensieri più veri
mani che ti parlano dei loro padroni

E ti raccontano, ti raccontano, ti raccontano
ti raccontano, ti raccontano di strane consuetudini
E ti raccontano, ti raccontano, ti raccontano
ti raccontano, ti raccontano di vecchie solitudini

Rit.
Mi chiedo perché
mi accade di osservare con stupore i gesti della gente
è la curiosità di intravedere
le ricche sfumature, gli scherzi della mente

Le mani spingono e si ribellano
mani tra le mani che si scambiano
si uniscono e stabiliscono
cos’è la destra, cos’è la sinistra
ma sono tutte nella stessa giostra
mani che si lavano le mani
dai volti solidali, dai tratti primordiali
in fondo tutte uguali

Rit

E le mani ti raccontano, ti raccontano, ti raccontano
ti raccontano, ti raccontano di vecchie solitudini
Track Name: La vita è tutta mia
LA VITA E’ TUTTA MIA
musica e testi Carolina Bubbico

Quante strade e porti incontrerò
i sassi nelle scarpe che pesano
non mi basta mai tutto quel che ho
guardo già in avanti e poi mi chiedo se lo capirò
poi all’improvviso basta un piccolo gesto
un profumo nascosto, un amico al momento giusto

Rit.
E la vita è tutta mia
tutto sembra sincero, più ricco, più vero, cosi com’è
vedo tutto in un solo momento
ed imparo a godere di ciò che è intorno a me
di ciò che c’è

L’aspettativa è tanta e mi lascio prendere
quando basterebbe attendere e non correre
Accolgo quelle forze che nemmeno sai
e mi dipingo gli occhi di colori non usati mai
e poi mi metto a sognare
e mi ritrovo a ballare e navigare lunghe strade ritratte
Rit.
Track Name: Snob fox
SNOB FOX

I always say that you’re bitter my sweet grape
because I haven’t tasted you, I have just smelt you

I was naked, I was scared and I woke up

I always say that you’re bitter my sweet grape
because I haven’t tasted you, I have just smelt you
and wasting on my time, I pretend I’m fine
and I shouldn’t want her
but suddenly she pokes me jumping on my shoulder

I was naked, I was scared and I woke up
Track Name: Distrattamante
Buongiorno, oggi mi sveglio in fretta
ho una gran voglia di vivere
e vado, scappo, corro via apparentemente assente
Distratta io? Distratta? Ma quando mai..
è che mi sento sempre più donna
con tutti questi strani nei

Abbandono vecchie costruzioni
l’imbarazzo liquido, in un mare solido
Come una bambina tra la gente
entusiasta del presente, non lascio scappare niente
Rit.
Conto i miei disordini passati oppure no
come foglie sopra gli alberi che a volte cadono
Conto i miei disordini passati oppure no
io mi difenderò e non avrò paura

Il collo si è disteso, la pelle mi sorride
e la paura si dissolve mentre imparo a crescere
mangio poco, rido tanto, bevo troppo la tua polvere
e senza colpe né risentimenti libero la mia libertà

Porto la bellezza nel mio cuore
nelle notti morbide mentre mi accarezzerò
Come una signora tra la gente
con un fare indifferente mi distraggo a luci spente

Rit.
Track Name: Signorina distanza
SIGNORINA DISTANZA

Quando qualcuno se ne va
costante il vuoto sopra di me
chi te l’ha detto che lo sa
che il volto si bagna di lacrime
andamento lento di stazione in stazione, si va

L’attimo che vivi già non c’è
non ha alcun senso rimpiangere
si muore e si rinasce tante volte
le melodie che cambiano ogni notte
a forza di viaggiare

Rit.
Ogni tanto arriva lei, Signorina Distanza
che ci unisce e ci accarezza con un po’ di indifferenza
non importa affatto la tua cittadinanza
e nemmeno il grado di appartenenza all’esistenza
conta solo la presenza

Non importa dove sei, dove vai, come stai
se ti muovi da Parigi o dalle Hawai
in coda in autostrada, in bicicletta o su uno yacht
in viaggio per lavoro o lo fai solo per sport
non importa, ti ho detto non importa
la Signorina avanza, ci allontana e ci accarezza

Accorciamole la gonna, diamo un taglio a questa assenza
in fondo il mondo è casa nostra
e lei ha le chiavi di ogni stanza
tra milioni di persone che incontriamo nella giostra
non è meglio allontanarci per poi stringerci più in là?

Rit.

Quando qualcuno se ne va
andamento lento di stazione in stazione, si va.
Track Name: Etilady
ETILADY

Rotolo nell’angolo di un preconcetto dionisiaco
è rapido il seguito di un colorito pallido
Su e giù, su e giù da arcobaleni poco limpidi
fonti dove affondo in fondamenti non fonetici

Visi che mi scrutano con espressioni mistiche
quasi provocassi spasmi da reazioni allergiche
Tabù, piango senza alcun motivo e stanca
mi ritiro dentro me

Rit.
Etilady senza scrupoli
Etilady senza limiti
Etilady sono ancora qui
quasi quasi io rimango in piedi

Mi racconto fiera in numerose gesta eroiche
e sto vivendo ore senza dubbio preconatiche
Non più, non più grandi segreti inconfessabili
fumo, parlo di botto, stesa sul letto dormo a dirotto

Rit.

Calcolo distanze calibrando passi deboli
quasi con respiri sincopati, alquanto aritmici

Scivolo, agito, cogito, Gongolo, Mammolo, Pisolo, Brontolo
Tabù, rido senza alcun motivo
e stanca mi ritiro dentro me

Rit.
Track Name: Superstition
SUPERSTISTION

Very superstitious, writings on the wall,
very superstitious, ladders bout' to fall,
thirteen month old baby, broke the lookin' glass
seven years of bad luck, the good things in your past

When you believe in things that you don't understand,
then you suffer, Superstition ain't the way

Very superstitious, wash your face and hands,
rid me of the problem, do all that you can,
keep me in a daydream, keep me goin' strong,
you don't wanna save me, sad is my song

When you believe in things that you don't understand,
then you suffer, Superstition ain't the way

Very superstitious, nothin' more to say,
Very superstitious, the devil's on his way,
Thirteen month old baby, broke the lookin' glass,
Seven years of bad luck, good things in your past